Guarire dallo yarn shopping compulisivo si può

Alzi la mano chi non abbia accumulato gomitoli, matasse, torte e pluncakes di lana, cotone, mistoseta, ugnole o in pacchi da 10 x 50g. negli armadi, sotto al letto, nei frighi anni ’50 dismessi e rimessi a nuovo a mo’ di vetrinetta. Già li vedo i contenitori trasparenti IKEA enormi, con le ruote, che camminano avanti indrè per il soggiorno, e già conosco quella vocina interiore che dice: questo è l’ultimo ordine di quest’anno giuro… giusto perchè è di quella sfumatura di verde, azzurro, mostarda che non hai, giusto perchè quando la “tintoressa” di turno le ha appena messe on line nel suo shop e fa sold out in meno di mezzora, anzi questa cosa ti da ancora più i brividi eriuscire a “beccare” il colore che ti sei prefissata prima che lo metta qualcun’altro nel carrello ti fa schizzare il cuore a mille e ti fa ulrare Yeah! quando fai il check out. In questa maniera ti sei riempita la casa di lana e stai meditando di tenere qualche scatolone a casa di tua nonna, tua mamma, tua zia.

Un modo per uscirne c’è, almeno per me ha funzionato e nel 2014 credo di aver fatto un solo ordine di lana extra: Si chiama CLUB.

Photo credit: Immagine presa dalla pagina del sock club di Cookie A

L’anno scorso a dicembre mi sono iscritta al sock club di Cookie A, la designer di calze nr. 1 – di calze in realtà non ne ho fatte nemmeno una, ma il fatto di sapere che ogni due mesi avrei ricevuto un pacchetto contenente una matassa di lana tinta a mano (e di nomi eccellenti come cephalopod yarn, old maiden aunt, the plucky knitter…) mi ha frenata ogni qualvolta il mio istinto mi portava a guardare deliziose matasse dai colori meravigliosi e dalle composizioni superbe. Il pensiero che di li a poco me ne sarebbe arrivata un’altra faceva si che la mia attenzione si spostasse a pensare al famoso: “mi serve davvero?” e la risposta era sempre No.

Quest’anno è stata dura scegliere, perchè i Club dei Club sono due, quello ormai assodato dei meravigliosi calzini di Cookie A e quello nuovo nuovo riguardante gli Scialli di Ysolda Teague.

Io ho già scelto il mio… e tu? Quale sceglierai?

About bubiknits

Mom of one little boy Yarn a holic Knit & Craft designer Button's collector Obsessed knitter Stash builder Vintage lover Not scared of life events - trying to stay sane and healthy, laughing at the sun :)
This entry was posted in Blog. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s